Per capire se mente verifica le 6 posizioni degli occhi e il pensiero correlato

posizione degli occhiDallo sguardo e dal movimento degli occhi di una persona si può capire a cosa sta pensando.
Viene presentato uno schema sintetico delle 6 posizioni degli occhi e del pensiero correlato. Esiste una connessione neurologica tra il cervello ed il movimento degli occhi, come analizzato anche dalla PNL. Per i destrorsi, l’emisfero destro del cervello è quello non dominante che permette l’elaborazione della fantasia, della creatività e dell’intuizione.

L’emisfero sinistro è quello dominante, dedicato all’elaborazione, alla logica ed alla razionalità.
Per i mancini le funzioni sono invertite

Osservando i movimenti degli occhi del nostro interlocutore siamo in grado di capire cosa sta pensando. La sequenza con cui si muovono gli occhi permette di dedurre la sua strategia.

Lo schema sotto riassume le sei posizioni dell’occhio ed il pensiero correlato.
Lo schema si applica ai destrorsi, mentre per i mancini deve essere invertito.

 la posizione degli occhi

Dal punto di vista del soggetto osservato lo schema può essere rappresentato come segue:

PNL posizione degli occhi e pensiero correlato

VISIVO COSTRUITO ( alto Dx ) Se gli occhi vengono rivolti in alto verso destra significa che la persona sta inventando una nuova immagine. Si tratta di qualcosa di inventato e non di ricordato. Se chiedete a qualcuno di immaginare un cielo verde con nuvole rosse dovrebbe guardare in alto a destra.

VISIVO RICORDATO ( alto Sx ) Se gli occhi vengono rivolti verso l’alto a sinistra significa che la persona sta ricordando un’immagine. Il cervello di questa persona sta visualizzando oggetti, colori, movimenti ed altre informazioni visuali che riguardano la conversazione. Se volete vedere qualcuno fare questo una buona domanda da fare è, “di colore è la tua auto?”.

AUDITIVO COSTRUITO ( centro Dx ) Se gli occhi vengono rivolti al centro a destra significa che la persona sta cercando un nuovo suono come potrebbe essere il tono della voce da utilizzare per dire una certa cosa. Chiedete a qualcuno di immaginare il suono del clacson di una macchina sott’acqua e questo guarderà a destra.

AUDITIVO RICORDATO ( centro Sx ) Se gli occhi vengono rivolti al centro a sinistra significa che la persona sta ricordando un suono. La persona potrebbe ricordare una canzone, il suono di una voce o un particolare rumore. Se chiedete a qualcuno di pensare al suono della sua sveglia, questi dovrebbe guardare a sinistra.

CENESTESICO ( basso Dx ) Se gli occhi vengono rivolti verso il basso a destra significa che la persona sta provando una sensazione. Spesso, quando le persone dicono “mi sento…” guadano in basso a destra e, da questo, possiamo capire se stanno realmente provando un sentimento.

DIALOGO INTERNO ( basso Sx ) Se gli occhi vengono rivolti verso il basso a sinistra significa che la persona sta dialogando con se stessa come quando ci si dice qualcosa fra se e se.
Significa che la persona sta riflettendo, si sta ponendo delle domande, sta progettando qualcosa.

Un eccessivo dialogo interno significa che la persona non sta seguendo il dialogo ma è sopra pensiero, troppo intenta a se stessa sia in senso positivo ( la persona pensa che è stata brava a fare una certa cosa ) che in senso negativo ( la persona pensa che non ce la farà ).
Per uscire dallo stato di dialogo interno è sufficiente alzare gli occhi e porre attenzione a qualcos’altro.

 

 

Se ti interessa la crescita personale e vuoi approfondire gli argomenti, puoi visitare il nostro programma “LA TUA VITA MIGLIORE”, un programma esclusivo per vivere con maggiore benessere fisico e mentale, una guida unica per chi vuole veramente vivere meglio, con entusiasmo, felicità e successo.

La tua vita migliore è un programma di crescita personale che ti aiuta a credere in te, a superare le tue debolezze e a vincere le paure e le ansie. In esso scoprirai il segreto delle persone che hanno maggiori gioie e soddisfazioni dalla propria vita.
Perciò, se ti va, in questo programma ti guideremo, passo dopo passo, a scoprire ed imparare come vivere con maggiore felicità, entusiasmo, intensità e soddisfazione, come ottenere un migliore equilibrio tra la tua vita privata e professionale, come migliorare le tue performances e vivere con maggiore gioia e felicità.
Insomma, come vivere LA TUA VITA MIGLIORE!

Potrai utilizzare il nostro programma ogni volta che hai bisogno di trovare la motivazione, la fiducia in te, eliminare l’ansia, rilassarti, quando ti senti giù di morale, ma anche per trovare un migliore modo di comunicare con il tuo partner, con i colleghi, con il capo, con i tuoi figli.

Puoi guardare il video di presentazione che abbiamo preparato per te oppure le demo con gli estratti del corso.

Qui puoi trovare i dettagli del nostro programma.

 

 

 

 

 

 

Immagine: FreeDigitalPhotos.net

9 thoughts on “Per capire se mente verifica le 6 posizioni degli occhi e il pensiero correlato

  1. Secondo me e difficile trovare la verita attraverso gli occhi ,ma non si puo solo badare su suposizioni di teoria neuroscentifica il fato del movimento occulare sia uno schema dedoto e troppo superficiale ,bisognerebbe averne comferma da piu azioni .

    1. La teoria da noi esposta è una teoria comprovata ma pur sempre una teoria applicata al comportamento umano. Ciò comporta che non sia universalmente valida, ma se provi ad applicarla a te stesso potrai verificare di persona se vale anche per te.
      Quindi, mentre stai riflettendo o ricordando qualcosa che hai fatto o sentito, fai caso a dove poni lo sguardo. Allo stesso modo se stai pensando a qualcosa che farai. Per noi è con noi funziona. Un saluto da G&V.

  2. Salve vorrei chiedere una cosa allora ho capito che in base a dove poni lo sguardo si capisce cosa potresti pensare ok ma mi chiedo ad esempio se io dicessi una bugia il mio sguardo andrebbe in alto a destra giusto? Ma sarebbe per una frazione di secondo o per un tempo prolungato?

    1. Salve Giovanni, se tu mentissi non c’è una specifica posizione degli occhi perché dipende dal contesto. Ci spieghiamo con questi esempi:
      se tu dicessi una bugia riguardo una cosa che hai visto o fatto, quindi se in realtà tu stessi inventando qualcosa che “farai”, staresti costruendo un’immagine. In questo caso il tuo sguardo ti tradirebbe perché andrebbe verso il visivo costruito, quindi in alto a dx.
      Se invece stessi inventando qualcosa che hai sentito, lo sguardo andrebbe verso il centro dx: auditivo costruito.
      Se invece sostieni di stare inventando una certa cosa, mentre invece stai solamente ricordando qualcosa che hai visto, allora il tuo sguardo andrebbe in alto a sinistra: visivo ricordato.
      Team G&V.

  3. Ma questi trucchi degli occhi possono essere usati per fare la ricapitolazione tolteca? Cioè nella ricapitolazione o si ricordano o si costruiscono scene del passato con tutte le sensazioni cinestetiche

    si può usare questa cosa in quest’ottica?

    1. Poiché la ricapitolazione tolteca consiste prevalentemente nel ricordare o rivivere le esperienze passate, la posizione degli occhi verso il visivo o l’auditivo ricordato oppure verso il cinestesico, compreso il dialogo interno, sarà sicuramente indicatrice di quella particolare attività.
      In ogni caso non si tratta di trucchi ma di “riflessi incondizionati” ai quali non ci si può sottrarre, quindi nel ricordare il passato si dovrà necessariamente posizionare gli occhi nelle posizioni indicate.
      Un saluto da G&V.

  4. Grazie

    Perché io per ricordare intendevo mentalmente
    non pensavo che era una cosa degli occhi
    in un video ho sentito che l’area della volontà accede al ricordo e gli occhi fanno il resto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *